Sanità

118 in Molise, confronto tra Regione, ASReM e sindaci. La nota del governatore Roberti

Pubblicato: 03-06-2024 - 220
118 in Molise, confronto tra Regione, ASReM e sindaci. La nota del governatore Roberti Sanità

118 in Molise, confronto tra Regione, ASReM e sindaci. La nota del governatore Roberti

Pubblicato: 03-06-2024 - 220


La nota del governatore Roberti

Un incontro interlocutorio quello di questa mattina, a Palazzo Vitale, a Campobasso. Il Presidente della Giunta Regionale del Molise, Francesco Roberti, il direttore dell’ASReM, Giovanni Di Santo, la direttrice del 118, Adriana Ricciardi, ed il direttore di Distretto, Giovanni Giorgetta, hanno incontrato i sindaci di Santa Croce di Magliano, Riccia e Montenero di Bisaccia.



“L’obiettivo è quello di trovare la soluzione alla questione e la Regione Molise, di concerto con l’Asrem, sta lavorando per fornire il servizio, nonostante la carenza di medici dell’emergenza urgenza – ha affermato il Presidente Francesco Roberti – Il confronto odierno è stato proficuo, al fine di individuare un percorso comune".



Una decisione assunta nell’ambito della riorganizzazione del servizio, anche dal punto di vista della turnazione, in tutto il territorio.In un clima di ampio confronto, governatore e vertici sanitari, hanno spiegato che “si sta cercando in ogni modo di garantire l’assistenza e la certezza delle cure in Molise e che si stanno valutando diversi parametri prima di ogni decisione. All’attenzione la possibile rotazione dei professionisti nelle postazioni demedicalizzate ed una eventuale diversa collocazione delle automediche, in primis a Sant’Elia a Pianisi (questa a copertura anche di Riccia e Santa Croce di Magliano), oltre che il rinnovo delle convenzioni con le Associazioni di volontariato. Ribadito, poi, che l’ASReM sta continuando a portare avanti le procedure per il reperimento di medici e che a giorni sarà pubblicato il bando di formazione per l’idoneità all’esercizio dell’attività di emergenza sanitaria territoriale, percorso che nel 2022 non ha avuto un seguito per carenza di partecipanti. Infine, ricordato che le singole postazioni 118 non vengono cancellate ma nella circostanza sostituite dalle c.d. India, ambulanze con a bordo esperti infermieri, i quali, all’occorrenza, ed in virtù di specifici protocolli, possono somministrare farmaci salvavita dopo l’autorizzazione dalla centrale operativa con cui è possibile collegarsi tramite dynamic call presente su ciascun mezzo”.La riunione, a cui ha partecipato pure un infermiere del 118, si è conclusa con l’impegno di ulteriori approfondimenti in occasione della prossima conferenza dei sindaci.  


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati