Sport

Promozione: intervista esclusiva a Michele Perna, presidente del Roccaravindola. "Complimenti ai miei ragazzi, e al mister. Potevamo fare di piu' ma accontentiamoci"

Pubblicato: 04-04-2024 - 638
Promozione: intervista esclusiva a Michele Perna, presidente del Roccaravindola. "Complimenti ai miei ragazzi, e al mister. Potevamo fare di piu' ma accontentiamoci" Sport

Promozione: intervista esclusiva a Michele Perna, presidente del Roccaravindola. "Complimenti ai miei ragazzi, e al mister. Potevamo fare di piu' ma accontentiamoci"

Pubblicato: 04-04-2024 - 638


Intervista esclusiva a cura di Federico Simeone al presidente dell' ASD Pol. Roccaravindola 1973 Michele Perna

DI FEDERICO SIMEONE



ESCLUSIVA - Michele Perna, Presidente del Roccaravindola:"Potevamo fare di più ma devo fare i complimenti ai ragazzi e al mister"



ESCLUSIVA. Abbiamo intervistato ai nostri microfoni il Presidente del Roccaravindola, Michele Perna, cui ci ha parlato della stagione e del prossimo match contro il Trivento. - Si poteva fare di più - così commenta il Presidente sulla stagione della propria squadra ma allo stesso tempo si complimenta con tutti perché tra tante situazioni hanno mostrato sempre il massimo in campo.

Mancano poche giornate al termine del campionato di Promozione, il Roccaravindola è fuori dalla zona play out. L'obiettivo di questa stagione era questo?

"L'obiettivo prefissato ad inizio stagione era di fare un campionato medio alto e di ringiovanire la rosa. Se da un lato, possiamo ritenerci soddisfatti per aver valorizzato diversi giovani, dall'altro, con riferimento alle nostre ambizioni di classifica, un po' meno per svariate situazioni. Siamo una squadra abbastanza quadrata che, però, per alcune situazioni, mi riferisco a infortuni e/o squalifiche, non ci hanno permesso di fare di più, di osare. Non nascondo che potevamo e dovevamo avere qualche punto in più. Devo fare i complimenti al mister e ai ragazzi, soprattutto ai più giovani che sono alla prima esperienza tra i grandi".

Domenica c'è il Trivento, all'andata finì 1-0 per loro ma fu un match molto equilibrato. Le motivazioni di questa gara quali devono essere?

"La partita d'andata fu abbastanza equilibrata, si decise tutto in pochi minuti. Il nostro attaccante sbagliò il calcio di rigore e sul capovolgimento di fronte il Trivento segna una splendida rete su punizione. È il calcio, non ci possiamo fare niente. Cosa certa è che la squadra, senza dubbio lo dico, non sfigurò in quella partita. Ora, le motivazioni per vincere questa partita devono essere quelle di dare continuità ai risultati ottenuti prima della sosta, tralasciando l'incontro contro l'Aesernia Fraterna, un risultato un po' troppo severo, a dirla tutta".


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati


cookie