Cronaca

In Prefettura il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica sulle misure di contrasto al fenomeno droga e agli atti vandalici nella Città di Isernia.

Pubblicato: 30-10-2023 - 513
In Prefettura il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica sulle misure di contrasto al fenomeno droga e agli atti vandalici nella Città di Isernia. Cronaca

In Prefettura il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica sulle misure di contrasto al fenomeno droga e agli atti vandalici nella Città di Isernia.

Pubblicato: 30-10-2023 - 513


La nota della Prefettura di Isernia

Si è tenuta nella mattinata odierna, presso la Prefettura di Isernia, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.



Nel corso dell’incontro, presieduto dal Prefetto, Franca Tancredi, alla presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine e del Sindaco Piero Castrataro, si è discusso del fenomeno della cessione e del consumo di stupefacenti nel territorio della città di Isernia e, conseguentemente, dell’opportunità di intensificare le misure di vigilanza e controllo. È emerso come detto fenomeno non desti particolare, ulteriore allarme sociale, tenuto conto dell’andamento costante dei dati nella specifica materia.A conclusione della riunione, si è convenuto sulla necessità di stabilire tempestivamente un collegamento tra le videocamere già in uso al sistema comunale di videosorveglianza e le sale operative delle Forze dell’Ordine, nonché di addivenire alla stipula di un apposito Protocollo di Intesa con il Ministero dell’Interno.A tali azioni di natura preventiva, dovrà accompagnarsi, a cura dell’Amministrazione comunale, una mirata attività di messa a decoro dei luoghi maggiormente esposti al rischio di degrado nonché di maggiore controllo degli stessi, attraverso il coinvolgimento, unitamente alle Forze dell’Ordine già ampiamente impegnate su tale fronte, anche della Polizia locale. Il Prefetto Tancredi, in conclusione dell’incontro, ha altresì ribadito la volontà di potenziare, in raccordo con l’Ufficio scolastico regionale, le forme di compartecipazione civica, anche mediante una attività di educazione e sensibilizzazione dei giovani nelle scuole sul delicato tema del consumo di sostanze stupefacenti.





Articoli Correlati


cookie