Home Ambiente VASTOGIRARDI – Progetto Plasticonia, “Anche dalla plastica può nascere un fiore”.

VASTOGIRARDI – Progetto Plasticonia, “Anche dalla plastica può nascere un fiore”.

VASTOGIRARDI – Progetto Plasticonia, “Anche dalla plastica può nascere un fiore”.
307
0

Se è vero che, ormai, viviamo nell’era della plastica e nel modo più corretto di reciclarla, è altrettanto vero che una comunità come quella di Vastogirardi non è rimasta insensibile a questa problematica. Uno spettacolo, dunque, quello andato in scena con l’intento di lanciare un messaggio che possa sensibilizzare coloro che devono e possono contribuire.  Un progetto di riciclo creativo che ha visto gli abitanti di Vastogirardi,  entusiasti e determinati, organizzarsi per recuperare la plastica da buttare e lavorarla per darle nuova vita. Nasce così un laboratorio di condivisione, confronto, apprendimento di nuove attività manuali e, soprattutto, di aggregazione di una comunità. 

L’obiettivo quello di realizzare un Musical……PLASTICONIA, una fiaba che racconta dell’esistenza di due mondi in contrapposizione. Il primo Plasticonia, appunto, ormai sommerso dalla plastica e dominato dalla Strega Monnezza e dal suo diabolico seguito, il secondo, il mondo di FANTAGIRARDI, abitato da umani con un’insaziabile volontà di riciclare le plastiche e protetti e incoraggiati dalla loro amata Regina Salvezza. Una storia che racconta e, al tempo stesso informa, di come l’uomo abbia fatto un uso scellerato delle plastiche danneggiando gravemente il pianeta. Lo spettacolo ha dato voce alla danza e, soprattutto, alla musica per invitare ad un uso corretto della plastica e ha evidenziato come ricercatori instancabili abbiano trovato soluzioni per salvare il nostro pianeta dall’allarmante invasione delle plastiche. Un grazie a tutti coloro che hanno organizzato lo spettacolo e sensibilizzato sul tema la gente numerosa presente all’evento. Seguirà nei prossimi giorni la sfilata dei costumi tutti internamente realizzati in plastica.

Lucia LOZZI

Guarda video e foto:

Video Video_1

 

(307)

error: