Home Cronaca Venafro (IS): Due pregiudicati denunciati all’Autorità Giudiziaria per frode informatica in concorso.

Venafro (IS): Due pregiudicati denunciati all’Autorità Giudiziaria per frode informatica in concorso.

Venafro (IS): Due pregiudicati denunciati all’Autorità Giudiziaria per frode informatica  in concorso.
62
0

I Carabinieri della Compagnia di Venafro hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria due pregiudicati, un uomo e una donna, conviventi, entrambi ritenuti responsabili del reato di frode informatica in concorso. In particolare, i due malfattori clonavano la carta di credito intestata ad altra persona, effettuando diversi acquisti di merce per un importo di svariate centinaia di euro. Le immediate indagini condotte dai militari dell’Arma consentivano di risalire agli autori del reato e, a seguito anche di perquisizione personale e domiciliare, veniva rinvenuto e sottoposto a sequestro diverso materiale informatico tra cui: schede telefoniche, carte di credito, carte bancomat, telefoni cellulari e notebook, materiale utilizzato per porre in essere le attività delittuose in danno di ignari cittadini, coinvolti a loro insaputa. L’attenzione dei Carabinieri per i reati informatici è costante, al fine di contrastare un importante e subdolo fenomeno criminoso che coinvolge trasversalmente tutte le categorie di persone che, in qualche modo, utilizzano la rete per lavoro o per altre finalità.

Isernia: Chiama il 112 per una lite in famiglia, ma si scopre che è una simulazione.

Nel corso dei normali servizi di Istituto, i Carabinieri della Compagnia di Isernia, la decorsa notte, attivati dalla Centrale Operativa del numero di emergenza 112, sono intervenuti presso un’abitazione privata dove era stata segnalata una lite in famiglia.

Giunti sul posto i militari accertavano che non vi era alcuna lite in corso, ma scoprivano che il minore presente nell’abitazione, visibilmente ubriaco e all’insaputa della madre, molto probabilmente, per attirare l’attenzione su di sé, aveva millantato che si stesse consumando una lite familiare. Sul posto presenti anche gli operatori del 118 per sincerarsi che non vi fossero problematiche sanitarie. I Carabinieri sono sempre attenti alle dinamiche sociali, svolgendo il proprio servizio con la necessaria prudenza e riservatezza, soprattutto quando sono coinvolte le fasce più vulnerabili.

(62)

error: