Territorio

COMUNITA'ENERGETICHE: ora, dopo sarà troppo tardi. Confcooperative Molise ci crede ed è pronta con il suo know how ad aiutare la creazione delle Comunità Energetiche.

Pubblicato: 30-01-2024 - 347
COMUNITA'ENERGETICHE: ora, dopo sarà troppo tardi. Confcooperative Molise ci crede ed è pronta con il suo know how ad aiutare la creazione delle Comunità Energetiche. Territorio

COMUNITA'ENERGETICHE: ora, dopo sarà troppo tardi. Confcooperative Molise ci crede ed è pronta con il suo know how ad aiutare la creazione delle Comunità Energetiche.

Pubblicato: 30-01-2024 - 347


Confcooperative Molise pronta a sostenere la creazione di nuove imprese

COMUNITA' ENERGETICHE: ora, dopo sarà troppo tardi. Confcooperative Molise ci crede ed è pronta con il suo know how ad aiutare la creazione delle Comunità Energetiche. 

Oramai sono ai nastri di partenza i bandi per l’assegnazione dei contributi destinati a promuovere le comunità energetiche rinnovabili.Con la pubblicazione sul sito del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica del decreto n.414 del 07/12/2023, infatti, è partito il countdown per la presentazione delle richieste, che prevede l’emanazione dei bandi, entro trenta giorni dalla pubblicazione del decreto, e la messa in esercizio da parte del Gestore dei Servizi Energetici dei portali attraverso i quali verranno presentate le domande, entro i successivi quarantacinque giorni. 



“Le Comunità Energetiche sono una straordinaria opportunità per la nostra regione di avviare un percorso virtuoso di restyling dei modelli di sviluppo regionale” ha dichiarato Riccardo Terriaca, presidente di Confcooperative Molise “La produzione di energia rinnovabile come elemento fondante della transizione ecologica e l’innovazione metodologica della gestione della produzione e del consumo in una logica di comunità, sono obiettivi centrali e che sembrano costruiti su misura per il nostro Molise. Guai a perdere questa opportunità". Il bando in uscita prevede un contributo a fondo perduto del 40% dei costi ammissibili, finanziato dal PNRR e rivolto alle comunità i cui impianti sono realizzati nei comuni con meno di cinquemila abitanti, oltre ad una tariffa incentivante sull’energia rinnovabile prodotta e condivisa nell’ambito del territorio circoscritto dalle cosiddette cabine primarie. Le due agevolazioni sono cumulabili.“Confcooperative Molise, attraverso il suo Centro di Servizi di Sistema, è da tempo impegnato nella valutazione puntuale della fattibilità e della convenienza delle CER. Il modello della cooperativa di comunità presenta il vantaggio di una gestione dell’energia prodotta sul territorio, condivisa, partecipata, democratica. L’unico modello che assicura che i vantaggi ottenibili sono distribuiti realmente tra i partecipanti” ha puntualizzato Carmela Colozza, vicepresidente di Confcooperative Molise ed amministratrice delegata del CSA Molise.



“Siamo pronti ad affiancare ed assistere enti pubblici e privati che vogliono valutare la fattibilità e la convenienza di accesso al bando, mettendo a disposizione il nostro know how, che si avvale di competenze nazionali e della collaborazione con strutture primarie di consulenza energetica” fanno sapere da Confcooperative Molise.

 


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati