Home Ambiente Sicurezza dei fiumi, Cavaliere: “Approvati interventi per il Sinarca e il Rava”

Sicurezza dei fiumi, Cavaliere: “Approvati interventi per il Sinarca e il Rava”

Sicurezza dei fiumi, Cavaliere: “Approvati interventi per il Sinarca e il Rava”
36
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA ASSESSORE REGIONALE NICOLA CAVALIERE

L’assessore all’Ambiente reduce dalla missione romana al ministero: confermati 1,4 milioni per il Sinarca, nuovo progetto approvato per il torrente di Pozzilli

ROMA. Confermate le risorse, un milione e 400mila euro, per sostenere gli interventi di manutenzione per la messa in sicurezza del torrente Sinarca, approvato invece un nuovo finanziamento (importo da definire) a favore del torrente Rava di Pozzilli.

Si è chiusa quindi con un bilancio più che positivo la missione romana dell’assessore Nicola Cavaliere, che lunedì scorso ha preso parte, presso la sede del ministero dell’Ambiente, all’incontro con le Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino centrale e dell’Appennino meridionale. Si è discusso e approvato diversi punti del Programma stralcio 2018, alla presenza del ministro Sergio Costa, del sottosegretario Roberto Morassut, del Direttore generale per la Salvaguardia del territorio e dell’acqua Maddalena Mattei Gentile e del Segretario generale del Distretto appennino meridionale, la dottoressa Vera Corbelli.

“Abbiamo ottenuto – commenta Cavaliere – due risultati significativi che interessano in particolare due aeree particolarmente a rischio del nostro territorio. Importante la conferma del finanziamento per il Sinarca, considerati i disagi e i gravi danni causati negli ultimi anni dalle esondazioni del torrente,altrettanto importanti però gli interventi approvati dalla Conferenza istituzionale permanente a favore del Rava, che rientrano in un più ampio progetto (circa 5 milioni di euro in totale) che coinvolge il Centro Sud”.

“L’obiettivo della Regione – conclude l’assessore – è incentivare e strutturare un piano di manutenzione e prevenzione di lungo periodo teso a tutelare ambiente, sicurezza dei cittadini e tutte quelle aziende che operano nelle zone più sensibili”.

 

(36)

error: