Home Economia Il tartufo bianco di San Pietro Avellana conquista il turismo

Il tartufo bianco di San Pietro Avellana conquista il turismo

Il tartufo bianco di San Pietro Avellana conquista il turismo
22
0

Il tartufo bianco di San Pietro Avellana conquista il turismo

Tanti i visitatori che dal 1° al 3 novembre 2019 hanno partecipato alla 25° Mostra Mercato del Tartufo Bianco Pregiato.
E sempre più necessario riconoscere il brand del tartufo di San Pietro Avellana.

Un Ponte di Ognissanti gustoso e pregiato quello vissuto in Alto Molise, per la 25° Mostra Mercato del Tartufo Bianco di San Pietro Avellana (IS), dal 1° al 3 novembre 2019. Una manifestazione che negli anni è cresciuta di valore, sia a livello turistico, che in termini di qualità, e che ad ogni edizione vede una maggiore partecipazione da parte dei visitatori, i quali giungono da ogni luogo per scoprire il prodotto della terra molisana più prezioso, e da parte degli espositori, che non vogliono perdere lappuntamento più importante del Centro Sud Italia dedicato al tartufo bianco. Nonostante la pioggia di domenica e i nuvoloni grigi, tante persone sono arrivate nel paese del tartufo, immerso nei boschi variopinti dautunno, per assaporare e scoprire i pregiati funghi, degustare i menu, provare i diversi prodotti tipici del territorio, immergersi nella natura della Riserva della Biosfera Mab UNESCO Alto Molise e nella storia del Museo dellAlto Molise – Usi, costumi, mestieri e Archeologico. Tanti anche i turisti che sono approdati a San Pietro Avellana a bordo del treno storico in viaggio sulla Transiberiana dItalia.

Un successo, quello della Mostra Mercato del Tartufo Bianco di San Pietro Avellana, che ribadisce la necessità di valorizzare il brand del tartufo di San Pietro Avellana a livello regionale, identificando il re della gastronomia molisana con lo specifico territorio dellAlto Molise, come è stato fatto già da tempo ad Alba, Norcia e le altre località del tartufo. Daltronde, San Pietro Avellana ha la vicepresidenza dellAssociazione Nazionale Città del Tartufo, che comprende 57 soci, dal Piemonte alla Sicilia, alliall’insegnansegna della promozione dei territori del tartufo e del legame tra gastronomia e cultura.
«È fondamentale lavorare al marchio del tartufo di San Pietro Avellana spiega il sindaco del paese Francesco Lombardi -. Non per escludere il resto del territorio molisano dove si trova il pregiato fungo, ma per dare un valore più riconoscibile e riconosciuto ad una risorsa preziosissima della nostra terra, di cui possa beneficiare tutto il Molise. Siamo molto contenti di questa edizione e continuiamo a lavorare per la promozione del tartufo tutto lanno».

Questo è il periodo migliore per consumare il tartufo bianco, fresco di bosco e dunque venduto anche al prezzo più vantaggioso. Nelle prossime settimane il tartufo bianco di San Pietro Avellana sarà protagonista di diversi appuntamenti regionali. Si parlerà anche della proposta di candidatura UNESCO a patrimonio immateriale dellumanità della Cerca e cavatura del tartufo in Italia: conoscenze e pratiche tradizionali di cui l’associazione Nazionale Città del Tartufo è promotrice e referente.

Inoltre, giungerà a San Pietro Avellana una troupe televisiva di Canale 5 e giornalisti specializzati del Gambero Rosso, per raccontare il famoso tuber magnatum pico, il tartufo bianco e il suo territorio dorigine. La 25° Mostra Mercato del Tartufo Bianco di San Pietro Avellana è stata organizzata dal Comune di San Pietro Avellana e dalla Pro loco Ad Volana.

(22)

error: