Home Sport Molise Tour Bike: a Collarmele volta Bontempo. C’è attesa per conoscere la classifica finale del circuito dei sentieri del sole e dei sapori.

Molise Tour Bike: a Collarmele volta Bontempo. C’è attesa per conoscere la classifica finale del circuito dei sentieri del sole e dei sapori.

Molise Tour Bike: a Collarmele volta Bontempo. C’è attesa per conoscere la classifica finale del circuito dei sentieri del sole e dei sapori.
26
0

Si chiude con il segno più il Circuito dei Sentieri del Sole e dei Sapori per la Molise Tour Bike che porta a casa risultati di rilievo assoluto.

A Collarmele la società del presidente Gennarelli si presenta con venti atleti, pronta ad andare a caccia di un risultato storico. Risultato che sarà ancora in bilico per qualche giorno, per via di 4000 punti assegnati nella notte, misteriosamente e ingiustamente dall’organizzazione, ad una diretta concorrente. “Vogliamo pensare – spiega il presidente della Molise Tour Bike Gennarelli – che si sia trattato solo di un errore perché andremo avanti con tutti i mezzi per chiarire la faccenda e salvaguardare i valori sportivi che il ciclismo “sano” trasmette”. Detto ciò passiamo al resoconto sportivo della manifestazione. E’ stata una gara dura resa ancora più insidiosa dal maltempo che ha provocato numerosi ritiri anche dei nostri portacolori.

Applausi a scena aperta per il nostro Emilio Bontempo che chiude 36eesimo assoluto ed è terzo tra gli M1 Visto il valore degli avversari è un piazzamento straordinario. “I ringraziamenti da fare sono tanti e per tanti di noi – prosegue Gennarelli – ognuno ci ha messo del suo per raggiungere un obiettivo che fino alla fine è in bilico, per ragioni al momento poco chiare. Detto questo, comunque andrà possiamo definire questa stagione straordinaria, cominciata a piccoli passi e finita con la forza del gruppo a salire in cattedra. Uniti si vince e solo uniti si possono raggiungere obiettivi importanti.

Per quest’ultima gara di campionato i complimenti vanno a Bontempo per la prestazione sfoderata, ma il mio grazie più grande, va soprattutto a tutti gli atleti che sono venuti in Abruzzo con un clima proibitivo, per dare il loro apporto alla squadra. Da qui, dobbiamo ripartire – prosegue il presidente-atleta – da qui bisogna programmare il nostro futuro se vogliamo continuare a costruire qualcosa di veramente bello. Abbiamo messo l’asticella molto in alto, tocca a noi provarla a superare per continuare quel processo di crescita cominciato cinque anni fa e che ci sta portando in giro per l’Italia divertendoci praticando sport . Oserei dire, praticando lo sport più bello al mondo”.

(26)

error: