Home Tradizioni Successo confermato anche a Rocchetta a Volturno per la rappresentazione della commedia “La Guerra del Peloponneso”. Guarda il servizio video.

Successo confermato anche a Rocchetta a Volturno per la rappresentazione della commedia “La Guerra del Peloponneso”. Guarda il servizio video.

Successo confermato anche a Rocchetta a Volturno per la rappresentazione della commedia “La Guerra del Peloponneso”. Guarda il servizio video.
117
0

Un numeroso e divertito pubblico ha assistito alla rappresentazione teatrale in Piazza San Domenico, organizzata dal gruppo teatrale dell’associazione “Il Palio” di Rocchetta a Volturno ben rappresentata dal suo Presidente Marialucia Pontarelli che ha voluto fortemente questo evento.

Nonostante le avverse condizioni meteo, che hanno messo a dura prova l’organizzazione ed in particolare i tecnici audio, la commedia “La Guerra del Peloponneso” ha avuto il regolare svolgimento riscotendo il meritato successo.

Gli attori, un gruppo di amanti del teatro, formatosi da poco tempo, guidati dal regista Pino Tomassone che ha scritto e rivisitato una commedia famosissima tratta da “Lisistrata”di Aristofane, sono stati impeccabili nell’interpretare personaggi famosi della mitologia greca come Lisistrata, Penelope, Alexis, Tindaro e tanti altri, sono stati ben quattordici, hanno dovuto lavorare sodo per preparare  la propria parte del personaggio che gli è stato affidato.

La lunga guerra tra ateniesi e spartani, durata ventisette anni dal 431 al 404 a.c., mette a dura prova il rapporto tra gli uomini e le loro donne, spesso assenti per il perdurare della guerra.

La rappresentazione che come già detto si ispira a “Lisistrata”  in chiave esilarante, alterna  momenti grotteschi, non solo ci ricorda un periodo storico dell’antica Grecia e Sparta, ma mette in evidenza il primo movimento femminista che Lisistrata organizza con le donne di Atene e di altre città e gli abusi sulle donne, una piaga ancora dei nostri giorni, sino a proclamare uno sciopero di protesta nei confronti dei loro uomini che, nei pochi momenti di tregua, desiderano le  loro donne ma esse si rifiutano di concedersi per aver giurato e proclamato uno sciopero ad oltranza.

Unica soluzione per rimediare a  tutto questo è la richiesta di pace, deporre le armi e solo con la pace potranno tornare a vivere una vita tranquilla con i propri uomini.

Un messaggio lanciato dall’autore e interpretato dai personaggi che l’hanno saputo trasmettere molto bene. Abbiamo assistito a momenti musicali e balli in chiave moderna, a dialoghi in dialetto.

L’evento nasce dalla collaborazione di due associazioni “Elsa” di Castel San Vincenzo che nei due anni appena trascorsi propose e realizzò “Storie di un Brigante e “Paldo, Taso e Tato” e l’associazione “Il Palio” di Rocchetta a Volturno che quest’anno ha proposto e realizzato “La Guerra del Peloponneso”.

Una bella serata di cultura in chiave, a tratti comica tanto da rapire l’attenzione del pubblico che si è divertito con risate a crepapelle e applausi scroscianti.

Il Pesidente dell’Associazione “Il Palio” Marialucia Pontarelli, il gruppo teatrale ringraziano ancora tutti loro che hanno contribuito alla realizzazione della commedia.

GUARDA IL SERVIZIO VIDEO:

(117)

error: