Home Ambiente Orso ucciso a Rionero Sannitico. Tavone (Salviamo l’Orso): “Occorre sensibilità ambientale per proteggere la nostra fauna”.

Orso ucciso a Rionero Sannitico. Tavone (Salviamo l’Orso): “Occorre sensibilità ambientale per proteggere la nostra fauna”.

Orso ucciso a Rionero Sannitico. Tavone (Salviamo l’Orso): “Occorre sensibilità ambientale per proteggere la nostra fauna”.
662
0

RIONERO SANNITICO. Le buone pratiche portate a compimento in questi anni dall’associazione “Salviamo L’Orso” rappresentano un qualcosa di importante, ma soprattutto salvano la vita agli animali indifesi sulle strade. I dissuasori luminosi ed acustici, i “famigerati” cartelloni arancioni con i limiti di velocità da rispettare e molto altro ancora, sono diventati dei must sulle strade abruzzesi, soprattutto sulla statale 17 e negli anni portano i loro risultati, salvando la vita a molti animali che vengono dissuasi nell’attraversare la strada all’improvviso. In Molise questa è una pratica ancora poco utilizzata, ma soprattutto ai più, soprattutto agli enti comunali, davvero sconosciuta.

Dopo l’uccisione dell’esemplare di orso bruno marsicano nella serata di ieri a Rionero Sannitico abbiamo ascoltato telefonicamente la responsabile per il Molise dell’Associazione Salviamo L’Orso, Angela Tavone.

“In questi anni la nostra associazione ha lavorato a fondo sulle strade abruzzesi portando a compimento davvero progetti di rilievo. Gli interventi sulla statale 17 – spiega Angela Tavone – ne sono la testimonianza più assoluta. I dissuasori rumorosi e quelli luminosi, accoppiati ai cartelli arancioni con i limiti di velocità da rispettare, possono rappresentare la salvezza degli animali in alcuni casi e anche degli automobilisti.

Una buona pratica che potrebbe essere ripresa anche in Molise. Quando ci si mette alla guida, oltre a non distrarsi, bisognerebbe pensare a fondo che fuori il nostro abitacolo esiste un variegato mondo di fauna, che vive il territorio e che deve essere preservato.

Siamo rimasti davvero sconcertati da quello che è accaduto ieri sera a Rionero Sannitico e dall’assenza di sensibilità anche dell’automobilista che si è dato alla fuga. Ora aspettiamo di capire di più dagli esami che verranno fatti sul corpo dell’animale ucciso. 

Pratichiamo da sempre la strada del rispetto e della sensibilità, che molti, altre volte, calpestano senza senso.

Infine, – conclude la responsabile di Salviamo l’Orso – vorremmo ringraziare il comune di Rionero Sannitico e il sindaco Palmerino D’Amico, per la sensibilità mostrata con l’ordinanza emessa per la tutela dell’Orso Bruno Marsicano e per la presenza costante nella serata di ieri sul luogo dove l’animale è stato investito. Purtroppo, non occorre solo l’impegno di un sindaco o di una amministrazione comunale, che da soli non possono più di tanto, ma serve la massima attenzione da parte di tutti per fare in modo di tutelare la fauna che vive i nostri territori”.

 

 

(662)

error: