Home Ambiente Smaltimento rifiuti speciali, Tedeschi presenta mozione e chiede che la Regione resista in giudizio alla scelta del Governo.

Smaltimento rifiuti speciali, Tedeschi presenta mozione e chiede che la Regione resista in giudizio alla scelta del Governo.

Smaltimento rifiuti speciali, Tedeschi presenta mozione e chiede che la Regione resista in giudizio alla scelta del Governo.
44
0

Consiglio Regionale del Molise
Il consigliere

Impugnativa della Presidenza del Consiglio dei Ministri all’art. 32 della Legge di stabilità regionale, che limita lo smaltimento di rifiuti speciali extra regionali. Tedeschi presenta una mozione in aula per formalizzare la richiesta di resistenza in giudizio da parte della Regione

COMUNICATO STAMPA

Sulla scia delle dichiarazioni rese ieri circa il ricorso promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri avverso la Regione Molise per la dichiarazione di illegittimità costituzionale dell’art.32 della Legge di stabilità regionale 2019, il consigliere regionale, Antonio Tedeschi, ha presentato una mozione in Consiglio.
Il documento, che è stato firmato dall’intera maggioranza, ma anche dai due consiglieri del Partito Democratico e dal Gruppo del Movimento 5 Stelle, è stato votato all’unanimità.

“La mozione di cui sono primo firmatario” spiega Tedeschi “ ricalca le dichiarazioni rilasciate nella giornata di ieri, quando abbiamo appreso che la Presidenza del Consiglio dei Ministri, rappresentata dall’Avvocatura Generale dello Stato, aveva impugnato l’articolo 32 della nostra Legge di stabilità e mira ad impegnare il Presidente e la Giunta regionale ad adottare ogni tipo di azione istituzionale al fine di limitare lo smaltimento, in territorio molisano, di rifiuti speciali provenienti da fuori regione. Nel dettaglio, nella mozione” afferma l’esponente dei Popolari per l’Italia “si chiede formalmente alla Regione Molise di verificare insieme all’Avvocatura regionale se sussistano le condizioni per resistere in giudizio avverso il ricorso promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri dinanzi alla Corte Costituzionale, facendo valere l’art. 32 della Costituzione, che tutela la salute come diritto fondamentale dell’individuo e il cosiddetto “Principio di Precauzione”, previsto dall’art. 191 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea. Infine” conclude Tedeschi “con la mozione si chiede l’impegno a portare in approvazione del Consiglio regionale, la revisione dell’attuale Piano Regionale dei Rifiuti”.

(44)

error: