Home Sociale La Vigilessa di Carmen Veneziale, l’ultima opera recensita dell’artista di Fornelli.

La Vigilessa di Carmen Veneziale, l’ultima opera recensita dell’artista di Fornelli.

La Vigilessa di Carmen Veneziale, l’ultima opera recensita dell’artista di Fornelli.
409
0

FORNELLI. Carmen Veneziale, nota artista locale, continua a produrre opere di successo. L’ultimo suo olio su tela dal titolo “La Vigilessa”, è stato censito e portato all’attenzione della cronaca. Nella foto di copertina di questo articolo, l’artista è ritratta all’interno della Cipresseta di Fontegreca, per indicare che a volte anche il posto dove si colgono le ispirazioni fa di per se un momento culturale

SCHEDA OPERA E FOTO DELL’OPERA

Titolo dell’opera : LA VIGILESSA

Anno : 2018

Formato : 90×30

Tecnica : olio su tela ,acrilici fluorescenti, china

Artista : Carmen Veneziale

 

La Veneziale, in questa opera di arte moderna, evidenzia la duplicità funzionale di una

vigilessa rispetto alla sua femminilità e all’essere donna. Ha voluto contrapporre ”l’autorità” del ruolo, che impone rigore (flemma della figura), imponenza (piedistallo), forza autoritaria (braccia muscolose), con quella che è la fragilità e la “bellezza” dell’essere donna, procreatrice e depositaria del grande mistero della nascita dell’uomo. Ruoli che, secondo la Veneziale, pur contrapposti, sono insiti nella natura femminile e che così ha voluto unire anche artisticamente. Infatti, l’uno è il completamento vicendevole dell’altro: donna procreatrice e protettrice dell’uomo che lo difende con energia (ombrello), lo cura e lo nutre (cono gelato), lo richiama (fischietto) in tutta la sua vita nell’ambiente in cui dimora.

In arte, guardando le evoluzioni artistiche del passato, riscontriamo che “La Vigilessa” è una visione della donna che unisce, sotto certi aspetti, la figura femminile marginale procreatrice nell’arte della società greco-romana ; con quella che è poi l’esaltazione dell’amore, della bellezza nell’Umanesimo e nel Rinascimento con S. Botticelli e R. Sanzio; e con quella ove compare artisticamente come figura pericolosa, autoritaria e soggiogatrice tra l’800 e il 900 con E. Munch (Madonna) e G. Klimt (Giuditta I e Giuditta II)

In senso onirico “La Vigilessa” simboleggia anche la vita monotona, sedentaria e urbana dei piccoli centri periferici urbani. Indica, forse, anche la volontà di integrarsi, di fermarsi, passare inosservati, nella riflessione che, consci di essere legati al proprio  territorio, s’intende lì costruirvi il proprio futuro. Sintesi analisi interpretativa a cura dello studio malangone – arte e architettura – (SA) Giudizio di stima convenzionale : [(A+B) * K] + S = // maggio 2019

 

VENEZIALE Carmen (Isernia 1986)

Ha frequentato l’istituto d’arte statale di Isernia acquisendo la maturità quinquennale nell’anno 2005. Dipinge per amore dell’arte e non segue tecniche di artisti affermati o scuole di pensiero. L’arte, per lei, è la massima espressione della sua libertà. Condivide la definizione di arte espressa dal pittore D. Massimiani “ L’arte per il pittore è l’incontro con se stesso è il tormento dell’ io in tumulto”.

Traduce in arte pittorica le emozioni che vive interiormente e che diversamente rimarrebbero inespresse. La sua prima ispirazione, dunque, è se stessa attraverso la realtà che vive e che le genera energia su temi che spaziano dall’amore per la vita all’incanto della natura, dagli enigmi dell’uomo alle risposte spirituali insolute, dal sogno all’inconscio. Ama creare la sua arte nel silenzio del luogo ove vive, in solitudine e in contraddittorio con se stessa. Dipinge su qualsiasi cosa e con qualunque mezzo, per lei non vi sono mezzi specifici: tutto è buono per creare arte. Due delle sue creazioni sono state esposte alla mostra internazionale di arte contemporanea SALERNO 2017 e 2019.

Ha esposto recentemente in varie iniziative culturali ad Isernia (IS)

 

(409)

error: