Home Cronaca Isernia: Rinvenuto munizionamento da guerra del secondo conflitto mondiale. I Carabinieri Forestali trovano un arsenale “datato”.

Isernia: Rinvenuto munizionamento da guerra del secondo conflitto mondiale. I Carabinieri Forestali trovano un arsenale “datato”.

Isernia: Rinvenuto munizionamento da guerra del secondo conflitto mondiale. I Carabinieri Forestali trovano un arsenale “datato”.
143
0

Una pattuglia di Carabinieri Forestali impegnati in un servizio di controllo del territorio, tra le mura di una cascina diroccata, rinvenivano un contenitore in ferro dove al suo interno vi erano 27 munizioni calibro 9×19 risalenti al 1942, periodo della fine del secondo conflitto mondiale. Il materiale veniva sottoposto a sequestro e sono in corso ulteriori accertamenti sul rinvenimento.

 Venafro: Pensionato deferito all’A.G. per omessa denuncia di un fucile cal. 12.

 I Carabinieri della Compagnia di Venafro, nel corso dei servizi di controllo del territorio, deferivano alla Magistratura un pensionato per detenzione e omessa denuncia di un fucile cal. 12 e per la mancata presentazione della prescritta certificazione medica di idoneità psico-fisica alla detenzione delle armi. Il fucile veniva sottoposto a sequestro. La normativa vigente riguardante la detenzione e la custodia delle armi è molto severa, avendo riguardo soprattutto alla tutela dell’incolumità e sicurezza personale dei cittadini. Il Comando Provinciale programma controlli periodici, anche a campione, finalizzati alla verifica della tenuta in sicurezza e il mantenimento dei requisiti necessari per il possesso di armi da fuoco.

Isernia: Furto In abitazione, sottratti 650.000 lire in contanti del vecchio conio.

Furto in casa di un pensionato. Ignoti malfattori si sono introdotti  all’interno dell’abitazione del pensionato alla periferia di Isernia e, dopo aver rovistato l’intero appartamento, rubavano monili in oro e la somma contante di lire 650.000, banconote in vario taglio del vecchio conio che evidentemente ancora fanno gola. Le indagini sono tuttora in corso da parte dei Carabinieri per risalire agli autori del rato.

 

(143)

error: