Home Sport Ciclismo: la Molise Tour Bike pronta ad andare all’assalto di Filignano per la Mainarde Bike Race.

Ciclismo: la Molise Tour Bike pronta ad andare all’assalto di Filignano per la Mainarde Bike Race.

Ciclismo: la Molise Tour Bike pronta ad andare all’assalto di Filignano per la Mainarde Bike Race.
112
0

La Molise Tour Bike scalda i motori in vista della Mainarde Bike Race in programma domenica 12 maggio a Filignano. Su un percorso “amico” solo di nome in quanto la gara si preannuncia durissima, la corazzata nero-giallo fluo si presenterà con oltre venti atleti, segno tangibile di quanto sia sentita questa gara in casa campobassana, ma anche di quanto si vuole onorare al meglio l’evento casalingo organizzato in modo impeccabile da una società amica e molisana qual è la Iapca Iapca di Filignano. Il percorso Marathon in cui saranno impegnati i vari Bettini, Lino e Andrea Cardillo, Bontempo, Gennarelli, Pirosanto, Marino e Paglione conta 63 chilometri e oltre 1800 metri di dislivello, su un fondo impervio e particolarmente tecnico. Sul percorso Gran Fondo da 43 chilometri e 1400 di dislivello invece saranno impegnati gli altri componenti del team che cercheranno di mettere in cascina punti preziosi in ottica Campionato.

‘L’inferno verde’ di Filignano, così ribattezzato dal presidente Gennarelli visto l’enorme quoziente di difficoltà che presenta la gara, è stato studiato nei minimi dettagli, provato più volte nei mesi scorsi e preparato nei minimi dettagli senza lasciare nulla al caso.

“Ci attende una domenica dura con tante insidie dietro l’angolo – sottolinea il presidente-atleta della Molise Tour Bike Gennarelli – l’appuntamento è di quelli importanti, vuoi perché si gioca in casa, vuoi perché ci sono in palio punti importanti per il campionato Sentieri e Sapori. Sarà una giornata all’insegna dell’agonismo e del confronto, siamo pronti a giocarci le nostre carte, consapevoli delle difficoltà che andremo ad incontrare ma anche delle nostre potenzialità che cercheremo di sfruttare nella maniera migliore possibile”. Che la sfida abbia inizio”.

(112)

error: