Home Politica Il Presidente Micone riceve una delegazione turca nell’ambito del progetto “Toghether&Stronger”.

Il Presidente Micone riceve una delegazione turca nell’ambito del progetto “Toghether&Stronger”.

Il Presidente Micone riceve una delegazione turca nell’ambito del progetto “Toghether&Stronger”.
25
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE SALVATORE MICONE .

Campobasso, 4 maggio 2019. Nella giornata di ieri, il Presidente del Consiglio Salvatore Micone,  insieme al Presidente della Giunta Donato Toma, ha ricevuto una delegazione turca capeggiata dal Governatore Izmir,  presso la sede della Presidenza del Consiglio Regionale.

Visita istituzionale con i partecipanti al Progetto “Together&Stronger” nell’ambito del programma Europeo “EuropeAid”, il Sindaco ed i rappresentati del Comune di Ripalimosani, la Cooperativa A.RE.S,  i rappresentanti del Governo di Izmir e l’Associazione no profit turca “Doctors of the World”.

Durante l’incontro franco e cordiale, c’è stato uno scambio di riflessioni sul tema analizzato dal Progetto, ovvero il tema “immigrazione” , ribadendone la priorità dell’agenda politica regionale ed internazionale e condividendone sia lo scambio di buone prassi e che la necessità di approfondimenti, le analisi e le valutazioni possano portare ad una gestione e ad una risoluzione di conflitti che stanno investendo la nostra quotidianeità.

Ha dichiarato il Presidente Micone -“Il Consiglio regionale si è approcciato alla questione da tempo e si è fatto promotore di analisi e ricerche in seno alla Conferenza delle Assemblee Legislative Regionali Europee (CALRE), attraverso gruppi di lavoro dedicati e dai quali è emersa chiara e vivida la necessità di intraprendere azioni comuni di gestione del fenomeno migratorio, partendo dal presupposto inviolabile della libertà di ogni individuo”.

“Da questi presupposti -ha sottolineato il Presidente- nasce il mio plauso per un’iniziativa di carattere internazionale che vede come protagonista il Comune di Ripalimosani e la società ARES insieme a rappresentanti della politica e dell’associazionismo turco. È interessante vedere come anche le nostre piccole realtà siano in grado di offrire esperienze, conoscenze e competenze a Paesi extra europei con l’obiettivo di migliorare il sistema dell’accoglienza e con lo scopo primario di ribadire con forza che insieme si può essere più forti”.

 

(25)

error: