Home Tradizioni Sulle note del Tratturo dei Re, trekking musicale a Campodipietra domenica 28 aprile.

Sulle note del Tratturo dei Re, trekking musicale a Campodipietra domenica 28 aprile.

Sulle note del Tratturo dei Re, trekking musicale a Campodipietra domenica 28 aprile.
71
0

Un popolo in movimento, sulle orme dei Padri Sanniti alla riscoperta della Storia, della Flora e dei Canti Popolari per tornare a inorgoglirsi del Molise, nel segno di Molise Noblesse, il Movimento per la Grande Bellezza! E’ questo il senso del Trekking musicale, denominato “Sulle Note del Tratturo dei Re”, giornata ecologica per la conoscenza del territorio, passeggiando sul Cammino degli avi, tra i suoni delle antiche genti. Un evento che vede protagonista l’attivo comune di Campodipietra, a due passi dal capoluogo Campobasso, lungo il Lucera- Castel di Sangro, tra i principali tratturi dell’Italia meridionale, in passato una delle direttrici fondamentali della transumanza, con una lunghezza di circa 127 km. Domenica 28 aprile 2019 alle 9.00 il raduno in piazza della Rimembranza, a Campodipietra per aprire il programma della giornata con la visita guidata al centro storico e percorso tra gli edifici di culto.

A testimonianza della vicinanza delle istituzioni, porteranno il saluto il sindaco, Giuseppe NOTARTOMASO, il dirigente scolastico, Massimo DI TULLIO, il vicepresidente Consiglio Regionale del Molise, Gianluca CEFARATTI, l’assessore alla Cultura e Turismo della Regione Molise, Vincenzo COTUGNO.

Una visita guidata speciale, vedrà, nelle vesti di guide culturali, per i preamboli storici, gli studenti della locale Scuola Media, Gaia GUERRIERO (classe 1^), Ludovica MOFFA e Mirco PADUANO (classe 2^), assieme ad Alison MINICHETTI e Libero CUTRONE, con la partecipazione straordinaria del Prof. Giulio DE JORIO FRISARI (Istituto Italiano Studi Filosofici, Università di Tessalonica), con le sue Pillole di Storia sulla figura di San Martino. La visita interesserà il Centro Storico, la Chiesa di San Bonaventura, del XVI secolo, rimodellata in epoca tardobarocca, con la consacrazione nel 1705 del cardinale Vincenzo Orsini, la Chiesa di San Martino vescovo, eretta nel 1770 da Nunzio Margiotta, con facciata in stile tardobarocco.  Elio CARDILLO racconterà l’anima del Tratturo, Mina CAPPUSSI illustrerà il progetto Molise Noblesse, il modello d’integrazione Awa, e la simbologia del Cammino come riferimento antropologico e connessione alle Migrazioni Italiane nel Mondo, introducendo gli organizzatori Gruppo Awa, Sprar Karibu, Sprar Integramondo, Il Tratturo, Comune di Campodipietra, Un Mondo d’Italiani, Centro Studi Agorà, Molise Noblesse, e i numerosi partner, anche internazionali, quali Matese Arcobaleno, Matese Mountain Bike, Adiform, Servizio Civile Nazionale, Ippocrates, Aitef, Casa Molise, Attraverso il Molise, Via Micaelica Molisana, Aiccre, Molise club Melbourne (AUSTRALIA), CorredorProductivo Italia-Argentina (ARGENTINA), Società Molisana Vancouver (CANADA), Asmef, Museo Diocesano Trani Barletta Bisceglie, Il Pentagramma,che hanno sposato il Movimento per la Grande Bellezza nell’ambito del Patto per lo Sviluppo della Regione Molise “Turismo è Cultura”.

Seguirà la benedizione dei camminanti da parte di don Saverio DI TOMMASO.

Alle 11 inizierà il Trekking vero e proprio lungo il Tratturo Lucera Castel Di Sangro con punti di sosta culturali a cura di esperti che illustreranno le evidenze storiche, antropologiche e naturalistiche, per concludere con una sosta mangereccia i località San Giovanni Cerreto. Gli interventi saranno a cura di Elio Cardillo, Mina Cappussi, Giuseppe Riccitelli, Rosanna Ricciardi, Alison Minichetti, Gioele Di Renzo, Libero Cutrone, Mariantonietta Romano, Samuele Doganiero.

Un cammino rituale, aperto alle commistioni interculturali, nel segno della continuità e dell’integrazione, con gli intermezzi musicali che saranno eseguiti daMichele Giuliano, Piermarino Spina, Fabrizio Spina, Tonio Del Zingaro, Amedeo Monaco, Grazia De Gregorio, KaoryRuggiero

Un modo speciale e coinvolgente per scoprire e veicolare le bellezze del Molise e di Campodipietra, in particolare, la sua storia e le sue eccellenze, le sue evidenze artistiche e culturali. 

E il paese tutto si è riunito attorno all’associazione Il Tratturo presieduta da Elio Cardillo. Le signore di Campodipietra sono in fermento da giorni per preparare un ricco buffet, che punta sulla parmigiana di melanzane e di zucchine, rustici, peperoni, zuppa di farro, fagioli e ceci, frittate con asparagi selvatici raccolti dai soci, il tutto cotto nel forno a legna della signora Carmelina, senza dimenticare i dolci tipici pasquali di Rosanna Ricciardi. Nella migliore tradizione locale, tutti i partecipanti contribuiranno al buffet con prelibate preparazioni casalinghe, con un’attenzione anche per vegetariani. Seguiranno i giochi all’aria aperta, la corsa nei sacchi, ruba bandiera, salto alla corda, tiro alla fune per un tuffo nel passato e nel divertimento semplice e sano d’un tempo. L’evento è aperto a tutti ed è gratuito. Due soli i requisiti: tanta voglia di divertirsi e di stare insieme, portare qualcosa da mangiare!

Il tratturo Lucera-Castel di Sangro parte dalla Taverna della Zittola, sul confine tra Abruzzo e Molise, per dirigersi verso il Tavoliere delle Puglie. In Molise il Tratturo attraversa i territori di Montalto di Rionero, Forli del Sannio, Roccasicura, Carovilli, Pescolanciano, Civitanova, Torella, Castropignano, Ripalimosani, Campodipietra, Toro, Pietracatella. Direzione di migrazioni di antichissime genti che seguivano il moto delle stelle, i corsi dei fiumi, l’andamento altimetrico e lo sbocco verso altri mondi, i tratturi, strade uniche e irripetibili,  dichiarate di interesse storico con Decreto Ministeriale del 1976, disposti come meridiani (tratturi) e paralleli (tratturelli e bracci), formano una rete viaria che interseca territorio. Il Molise è la regione che conserva le tracce più ampie dell’imponente rete tratturale disegnata nei millenni lungo la fascia appenninica compresa tra l’Abruzzo e la Basilicata. Dalla costa adriatica alle pendici del Matese, 454 chilometri di tratturi coprono una superficie superiore ai 4000 ettari (30.000 se si considerano anche i tratturelli e i bracci di collegamento), toccando 77 comuni. Un bene di inestimabile valore, anche nell’ottica di un suo recupero a fini di “turismo verde” che ben si presta al coinvolgimento dei giovani del servizio civile affinché diventino testimoni del Movimento per la Grande Bellezza. Uno spettacolo unico al mondo, dove poter immergersi per un istante nella storia del Molise e nella storia della Civiltà della Transumanza. Non a caso si è svolta su tale tratturo una edizione del Ver Sacrum di Bojano, con immagini indelebili della lunga carovana dei Sanniti guidati dal bue e da ComioCastronio, attraversare nei riflessi del tramonto l’antico percorso.

 

Scheda tecnica

SULLE NOTE DEL TRATTURO DEI RE

Trekking Musicale alla riscoperta della Storia, della Flora e dei Canti Popolari

Movimento per la Grande Bellezza

Info 338 8918 290- 333 293 0607 – 340 7474 386

PROGRAMMA

h.9.30 Raduno in piazza delal Rimembranza

  1. 10.00 Visita guidata alle chiese San Bonaventura e San Martino, Centro Storico, benedizione camminanti da parte di don Saverio Di Tommaso

h.11.00 passeggiata lungo il Tratturo Lucera Castel Di Sangro con punti di sosta culturali

h.12.30 Picnic in contrada San Giovanni Cerreto

(71)

error: