Home Sociale Isernia: decoro urbano, il Comune di Isernia detta le regole per le attività economiche.

Isernia: decoro urbano, il Comune di Isernia detta le regole per le attività economiche.

Isernia: decoro urbano, il Comune di Isernia detta le regole per le attività economiche.
26
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA COMUNE DI ISERNIA.

Sul sito web del Comune di Isernia è stato pubblicato un sunto della deliberazione di consiglio comunale n. 36 del 10 luglio 2015, con la quale fu approvato il «Regolamento per il rispetto del decoro urbano nell’esercizio delle attività economiche», consultabile, sullo stesso sito web, alla sezione “Amministrazione trasparente”, sottosezione “Disposizioni generali-Atti generali”.

Tale regolamento ha introdotto, nell’esercizio delle attività economiche, principi e criteri volti alla conservazione ed al miglioramento dell’ambiente urbano. In particolare, a mero titolo esemplificativo e non esaustivo, il regolamento disciplina le seguenti fattispecie:
1. Rilascio di autorizzazioni per l’occupazione di suolo pubblico.
2. Utilizzo di elementi di arredo urbano.
3. Divieto di comportamenti di commercianti e di clienti che siano lesivi dell’immagine cittadina, della pubblica decenza, della quieta pubblica, del rispetto dei luoghi e delle persone.
4. Utilizzo dei contenitori per la raccolta dei rifiuti.
5. Manutenzione e pulizia delle aree pubbliche sulle quali prospettano gli esercizi commerciali e artigianali.
6. Rimozione di rifiuti derivanti da attività commerciali ed artigianali.
7. Obbligo di posizionamento e pulizia di posaceneri mobili all’esterno di pubblici esercizi.
8. Manutenzione e decoro di locali commerciali temporaneamente vuoti e provvisti di vetrine che si affacciano sulla pubblica via.
9. Attività di pubblicità fonica.
10. Divieto di sosta su aree pubbliche per autoveicoli recanti pubblicità commerciale (cosiddette ‘vele’).
11. Esposizione di merci all’esterno dei locali.
12. Pulitura di vetrine e serrande dei negozi.

In caso di inosservanza di tali disposizioni, sarà applicata una sanzione amministrativa variabile da 25 a 500 euro. La polizia municipale effettuerà, nell’immediato e con continuità, accurati controlli per verificare il rispetto del regolamento.

 

(26)