Home Territorio I Borghi molisani: i consigli di Nando Onorato per loro definitivo rilancio.

I Borghi molisani: i consigli di Nando Onorato per loro definitivo rilancio.

I Borghi molisani: i consigli di Nando Onorato per loro definitivo rilancio.
37
0

I BORGHI MOLISANI
Il momento storico che stiamo vivendo è caratterizzato da tanti problemi e contraddizioni, ma sono convinto che la valorizzazione del turismo, della cultura, delle produzioni

enogastronomiche, della capacità di accoglienza e della bellezza dei nostri Borghi rappresenta una leva essenziale per sostenere lo sviluppo del territorio regionale, ma occorre un adeguato coinvolgimento degli operatori.
E’ opportuno che siano i borghi collinari e montani l’ambito in cui agire prioritariamente con interventi di valorizzazione turistica, potenziando gli attrattori culturali, le attività turistiche e favorendo i principali servizi (ristoranti tipici, agriturismo, bed and breakfast, negozi storici).

L’obiettivo che le Amministrazioni devono porsi è quello di diversificare l’offerta turistica, migliorando la qualità dei servizi e la capacità di attrazione di turisti, in particolare stranieri.
I Borghi presenti sul territorio delle regioni ricche di storia, cultura e tradizioni, come il Molise, sono il cardine per la crescita di un turismo sostenibile, capace di creare autentiche esperienze per i visitatori e di permettere lo sviluppo armonico delle comunità residenti.

Le Amministrazioni Comunali e le associazioni turistiche dovranno essere in prima linea per la valorizzazione dei nostri amati Borghi, sfruttando ogni minima occasione per dare nuova linfa a tutto il territorio regionale.
Occuparsi di turismo significa esaltare quanto di meglio possediamo: la nostra storia, le nostre tradizioni, la nostra cultura, la nostra creatività e la nostra capacità di essere innovativi.
Le amministrazioni, le associazioni, i cittadini devono cooperare per questo e rendere il proprio luogo, il proprio Borgo, unico ed attraente per proposta abitativa, dei servizi, dei prodotti, dell’enogastronomia, in una parola per la propria cultura.
I giovani possono e devono avere un ruolo importante per questa prospettiva, ma devono essere i primi a fare un grande salto in avanti, devono osare ed essere coraggiosi.
Le associazioni turistiche devono innanzitutto:
migliorare il livello qualitativo dell’offerta turistica arricchendo la gamma dei servizi e contribuendo all’integrazione dei settori culturali, ambientali ed enogastronomici;
tutelare, valorizzare e promuovere i beni territoriali al fine di aumentarne l’attrattività turistica;
attirare i turisti verso una destinazione, guidarli nella scelta di un Borgo e invogliarli a visitarlo.
Questa è la sfida che i Borghi molisani devono vincere.

Ferdinando Onorato*
*giornalista pubblicista

(37)