Home Territorio Chiusura del viadotto “Sente”: allo studio delle amministrazioni molisane ed abruzzesi gli interventi urgenti per il superamento delle criticità.

Chiusura del viadotto “Sente”: allo studio delle amministrazioni molisane ed abruzzesi gli interventi urgenti per il superamento delle criticità.

Chiusura del viadotto “Sente”: allo studio delle amministrazioni molisane ed abruzzesi gli interventi urgenti per il superamento delle criticità.
46
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA PREFETTURA DI ISERNIA.

Nella mattinata odierna si è svolta, presso questo Palazzo di Governo, una riunione per l’analisi delle rilevanti criticità che sono state segnalate di seguito all’adozione del provvedimento interdittivo della circolazione sul viadotto “Sente” da parte della Provincia di Isernia, gestore della S.P. 86.

Al predetto incontro, presieduto dal Prefetto Guida e che fa seguito alla riunione tenutasi il 13 settembre scorso, hanno preso parte il Prefetto di Chieti, Antonio Corona, l’Assessore Regionale Vincenzo Niro, il Presidente della Provincia di Isernia, rappresentanti della Ragione Abruzzo e della Provincia di Chieti, Sindaci ed amministratori dei Comuni di Agnone, Belmonte del Sannio, Castiglione Messer Marino, Fraine e Schiavi d’Abruzzo ed i vertici provinciali delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco.

Le predette Amministrazioni, nel prendere atto delle ragioni che hanno determinato la necessaria adozione, da parte dell’Amministrazione provinciale, del provvedimento interdittivo in argomento, hanno esposto le difficoltà esistenti nei collegamenti tra l’Alto Molise e l’Alto Vastese, con particolare riferimento ai trasporti scolastici ed alla fruizione dei servizi sanitari del nosocomio di Agnone da parte della comunità abruzzese.

La maggiori criticità sono state individuate nelle condizioni in cui versa la Strada Provinciale 86 DIR., percorso alternativo al Viadotto “Sente”, che al momento è percorribile, prestando particolare attenzione alla segnaletica ed alle limitazioni di velocità, soltanto dalle autovetture, risultando inagibile agli autobus ed ai mezzi c.d. pesanti (oltre le 3,5T).

La Provincia di Isernia, al fine di porre in essere ogni opera che renda più sicura la SP 86 Dir (Istonia), rendendola percorribile anche agli autobus ed ai mezzi con peso superiore alle 3,5 T, ha presentato i lavori da svolgere con somma urgenza, stimandone i costi e richiedendo alla Regione il finanziamento.

La Regione Molise, al riguardo, si è impegnata ad adottare a giorni un’apposita delibera di riprogrammazione di una quota di stanziamento fondi, destinati alla Provincia di Isernia per la viabilità, impegnandoli specificamente nelle opere di messa in sicurezza della SP Istonia, del viadotto Verrino e nella progettazione delle opere di manutenzione del viadotto “Sente”, la cui realizzazione richiederà, però, tempi e costi al momento non ancora quantificabili.

Per quanto concerne, invece, le soluzioni adottate per alleviare il disagio degli studenti, si rappresenta che nel corso dell’incontro la Regione Abruzzo, la Provincia di Isernia e le autolinee Cerella, anch’esse presenti, hanno concordato di svolgere nella giornata di domani un apposito sopralluogo lungo la strada provinciale in argomento, al fine di valutare congiuntamente il percorso per autorizzare l’impiego di minibus che per peso, lunghezza e caratteristiche siano idonei al trasporto degli studenti in attesa della realizzazione dei lavori di messa in sicurezza secondo il cronoprogramma di massima che è stato definito stamani.

 

(46)