Home Economia Gli Ex Lavoratori in Lotta chiedono rispetto. “Ora dobbiamo essere convocati, non staremo più zitti al cospetto di nessuno”.

Gli Ex Lavoratori in Lotta chiedono rispetto. “Ora dobbiamo essere convocati, non staremo più zitti al cospetto di nessuno”.

Gli Ex Lavoratori in Lotta chiedono rispetto. “Ora dobbiamo essere convocati, non staremo più zitti al cospetto di nessuno”.
83
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA PORTAVOCE COMITATO EX LAVORATORI IN LOTTA EMILIO IZZO.

Siamo persone serie! Senza lavoro, senza sostegni, senza futuro! Ma non accettiamo compromessi sulla DIGNITA’! Abbiamo dato la nostra parola di non protestare fino alla convocazione del presidente Toma e l’abbiamo mantenuta. Adesso però, vedere un tavolo regionale con gli amici della GAM e non essere stati convocati prima, nonostante fossimo in lista da tanto, troppo tempo, ci lascia l’amaro in bocca e la netta sensazione di voler essere scartati.

Dopo le insulse sceneggiate poste in essere dagli addetti ai lavori sui modi e tempi di erogazione della mobilità in deroga, dopo estenuanti attese sulla rimanente parte del 40% ancora non percepite del concordato e dopo tristissimi silenzi sulla possibilità di lavoro, nonostante idee in campo ce ne siano, crediamo che di pazienza ed onestà intellettuale ne abbiamo messa a disposizione. Tanta! Ma la rabbia e la disperazione non potranno placare il nostro senso di giustizia e neppure c’è in noi la voglia di abdicare difronte ai lunghi silenzi da parte di chi, proponendosi come assessore al ramo, ad oggi, frottole a parte, non ha saputo dare un minimo di risposta decente.

La dignità non aspetta risposte inutili come quelle della ministro per il sud, non aspetta elemosine, non aspetta volgarità intellettuali, non aspetta incapacità, la dignità, la nostra, sarà rispettata o la faremo rispettare! A giorni ci incontreremo in una nuova assemblea permanente di lotta ,per decidere il giorno della prossima iniziativa di protesta! Non indolore!

(83)