Home Sociale L’Isola d’Elba per inaugurare il nuovo anno scolastico 2018/19. Anche il Molise partecipa alla cerimonia “Tutti a scuola” con gli alunni di tutta l’Italia.

L’Isola d’Elba per inaugurare il nuovo anno scolastico 2018/19. Anche il Molise partecipa alla cerimonia “Tutti a scuola” con gli alunni di tutta l’Italia.

L’Isola d’Elba per inaugurare il nuovo anno scolastico 2018/19. Anche il Molise partecipa alla cerimonia “Tutti a scuola” con gli alunni di tutta l’Italia.
151
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALLA COLLEGA GIORNALISTA LUCIA LOZZI.

Tutti a scuola e’stata la festa di tutte le scuole d’Italia alla cui cerimonia d’inaugurazione del nuovo anno scolastico 2018/19 hanno partecipato con interesse e competenze gli istituti. Anche il Molise, il cui ufficio scolastico regionale e’diretto dalla dott.ssa Anna Paola Sabatini, era presente con diverse scuole della nostra regione tra cui il C.P.I.A. di Isernia e la dirigente Clotilde Franco.

Una scuola quella del Molise di qualita’sempre attenta alle esigenze dei propri alunni, delle famiglie, del territorio e delle tante professionalita’ in esso presenti. Un confronto sul sistema scolastico che ha visto anche quello molisano con tutti coloro che vivono la scuola quotidianamente e si impegnano affinché venga garantita una istruzione pubblica di qualità. A Portoferraio, sull’Isola d’Elba, l’evento si e’svolto alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti. Circa mille gli studenti provenienti da tutta Italia insieme ai loro docenti e tanti i rappresentanti del mondo sportivo e del cinema. Sul palco performance dedicate ai temi dell’ecologia e della sostenibilità ambientale, dell’integrazione, dell’intercultura, della legalità, del digitale. Le scuole che hanno preso parte all’evento si sono distinte nell’ambito di progetti ad hoc banditi dal MIUR. 

Durante la manifestazione il Presidente Mattarella ha ribadito che la scuola deve avere il merito di arginare la dispersione scolastica che sembra tornare a essere uno dei temi sui quali incentrare il dibattito politico del Paese. “Dobbiamo ridurre il più possibile questa emorragia”, continua Mattarella.  La dispersione scolastica è un’amputazione civile; e anche una perdita economica per il Paese”. Inclusione, integrazione, cultura, progresso e didattica inclusiva, dunque, questi gli obiettivi di una scuola di qualita’ che vede, infatti, il C.P.I.A. di Isernia sempre attento sul territorio  a progetti e percorsi di integrazione e competenze per  realizzare assetti didattico-organizzativi che rispondono  ad una sempre più’ diversificata e complessa domanda di istruzione e formazione nonche’ di didattica interculturale.

 

(151)