Home Sociale Alunni tra i banchi, il messaggio di Leontina Lanciano, garante dei diritti della persona della Regione Molise.

Alunni tra i banchi, il messaggio di Leontina Lanciano, garante dei diritti della persona della Regione Molise.

Alunni tra i banchi, il messaggio di Leontina Lanciano, garante dei diritti della persona della Regione Molise.
18
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA LEONTINA LANCIANO.

Oggi si torna in classe: la campanella suonerà anche per gli studenti molisani e per l’inizio del nuovo anno scolastico arriva l’augurio della dott.ssa Leontina Lanciano, garante regionale dei diritti della persona.

«Quella legata allo studio – ha detto la Lanciano nel suo breve intervento – è ueQuesQuekkauna responsabilità non di poco conto. Ai tanti studenti che oggi torneranno sui banchi voglio rivolgere il più sincero augurio di buon lavoro ricordando a tutti che è necessario, per essere un domani delle persone sempre migliori, studiare e impegnarsi con entusiasmo e passione; la conoscenza richiede anche fatica ma i frutti che garantisce non hanno prezzo. Mi piace rimarcare – continua la dottoressa Leontina Lanciano – che voi bambini e ragazzi di oggi, con il sostegno delle vostre famiglie e dei vostri insegnanti, dirigenti e personale Ata, vi state preparando ad essere i cittadini di domani. Per farlo – continua la Lanciano – tutti insieme bisogna privilegiare la condivisione, l’amicizia, la collaborazione, il rispetto per chi ci sta accanto, la solidarietà e la tutela costante del bene comune.

Quest’anno – aggiunge ancora la Lanciano – voglio ringraziare tutti i sindaci che si sono prodigati per garantire oggi l’apertura delle scuole. In particolare un ringraziamento va al primo cittadino di Isernia, D’Apollonio, per aver fronteggiato al meglio e con celerità una serie di condizioni che si sono venute a creare prima dell’apertura del nuovo anno scolastico. Il sindaco, con un lavoro certosino è riuscito a garantire un servizio efficiente alla comunità. Naturalmente, come ho già avuto modi di rimarcare, il mio plauso va, in questo particolare momento, scandito anche da un recente sciame sismico, a tutti quei sindaci che – ha terminato la Lanciano – hanno effettuato a tempo di record tutte le verifiche necessarie per far partire senza ritardi il nuovo anno».

(18)