Home Cronaca Pozzilli: giovane casertano beccato con dosi di cocaina. Continua l’operato dei Carabinieri contro lo spaccio di droga.

Pozzilli: giovane casertano beccato con dosi di cocaina. Continua l’operato dei Carabinieri contro lo spaccio di droga.

Pozzilli: giovane casertano beccato con dosi di cocaina. Continua l’operato dei Carabinieri contro lo spaccio di droga.
138
0

ISERNIA-POZZILLI. Continuano le attività predisposte dal Comando Provinciale Carabinieri di Isernia, per contrastare il fenomeno del consumo e dello spaccio di stupefacenti. Operazioni che sono state ulteriormente intensificate anche in virtù delle nuove misure decise in sede di comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto di Isernia Fernando Guida. Tali misure prevedono in particolare una maggiore vigilanza in prossimità delle scuole, dove il fenomeno desta un elevato allarme sociale, così  come altri luoghi frequentati dai più giovani. In tale contesto, i Carabinieri già impegnati quotidianamente nella lotta al fenomeno, nelle ultime ore hanno eseguito controlli antidroga in vari comuni della provincia.

A Sant’Elena Sannita, i Carabinieri della Stazione di Frosolone hanno denunciato un giovane del luogo, poiché trovato in possesso di dosi di cocaina e perché sorpreso alla guida della propria auto sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.

Nei suoi confronti è scattato anche il ritiro della patente di guida, nonché il sequestro dell’auto e della droga rinvenuta. A Pozzilli, un giovane originario della provincia di Caserta, durante un controllo eseguito dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Venafro, è stato anch’esso trovato in possesso di dosi di cocaina. La droga è stata sottoposta a sequestro, mentre il giovane dovrà rispondere di detenzione illegale di stupefacenti. Ed ancora ad Isernia, nei pressi della stazione ferroviaria, un giovane del luogo è stato denunciato per guida sotto influenza di sostanze alcoliche. Anche in questo caso è scattato il ritiro della patente di guida ed il sequestro del veicolo.

Isernia: Trasporto e smaltimento illecito di rifiuti, controlli e denunce da parte dei Carabinieri Forestali.

Continuano senza sosta i controlli dei Carabinieri Forestali al fine di contrastare il fenomeno del trasporto e dello smaltimento illecito di rifiuti, in provincia di Isernia. Ad agire questa volta i militari  delle Stazioni Carabinieri Forestale di Isernia e Frosolone. Una persona, originaria della provincia di Caserta, dovrà rispondere di trasporto di rifiuti speciali, consistenti in materiali ferrosi, in assenza del prescritto formulario di identificazione. Altre tre persone, tutte della provincia di Isernia, dovranno invece rispondere di deposito incontrollato di rifiuti, avendo smaltito rifiuti speciali consistenti in scarti di lavorazioni edili su un terreno ricadente tra l’altro in area sottoposta a vincolo ambientale e paesaggistico. 

Tra le funzioni principali dei Carabinieri Forestali figurano quelle della difesa del patrimonio agro-forestale italiano, nella tutela dell’ambiente e del paesaggio, del controllo sulla sicurezza della filiera agroalimentare e del contrasto delle cosiddette ecomafie, ossia attività poste in essere dalla criminalità organizzata che arrecano danno all’ambiente. Tra i suoi compiti anche la sorveglianza dei venti parchi nazionali d’Italia, nonché di altre centotrenta aree protette dalla normativa europea, statale e regionale e la vigilanza sull’applicazione della Convenzione di Washington, sul commercio internazionale delle specie di fauna e di flora minacciate di estinzione. I Carabinieri Forestali concorrono inoltre all’espletamento di servizi di ordine e sicurezza pubblica, nonché al controllo del territorio, attraverso la suddivisione di una capillare articolazione territoriale, e di reparti dedicati e specializzati in materia di tutela dell’ambiente, del territorio e delle acque, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare, in sinergia con l’organizzazione territoriale[, con particolare riferimento alle aree rurali e montane.

(138)