Home Tradizioni Il gruppo Ru’ Maccature di Carpinone resta bloccato in Grecia a causa di uno sciopero del settore marittimo

Il gruppo Ru’ Maccature di Carpinone resta bloccato in Grecia a causa di uno sciopero del settore marittimo

Il gruppo Ru’ Maccature di Carpinone resta bloccato in Grecia a causa di uno sciopero del settore marittimo
292
0

Apprensione tra i componenti del sodalizio molisano che hanno trovato ospitalità in vari alberghi.

 

“RU MACCATURE” IN GRECIA – Dopo il grande successo il gruppo resta bloccato in Grecia.

Grande successo per il gruppo folk “Ru Maccature” ospite in Grecia per l’annuale tour europeo che vede  il collettivo carpinonese impegnato a rappresentare la cultura molisana in generale e carpinonese in particolare, su numerosi palchi europei.

I ragazzi, guidati dal presidente Michele Castrilli, sono partiti la settimana scorsa alla volta di Larissa e si sono esibiti in diversi spettacoli riscuotendo l’apprezzamento  del numeroso pubblico presente. L’allegria e la professionalità che contraddistinguono il gruppo folk di Carpinone non sono passate inosservate e si sono rivelate fondamentali anche nel tempo libero quando, integrati prima di tutto nella vita della cittadina greca, hanno condiviso momenti di festa con altri collettivi provenienti da Bulgaria e Israele. Come sempre “Ru Maccature”, oltre a portare in regione artisti provenienti da tutto il mondo per l’annuale festival del folklore che organizza in paese,  rappresenta con orgoglio la propria terra fuori dai confini nazionali lasciando una traccia forte di Carpinone e del Molise durante ogni esibizione.

La trasferta però non si è conclusa nel migliore dei modi; il gruppo è bloccato in Grecia, per la precisione ad Igoumeniza, a causa di uno sciopero che ha bloccato i trasporti marittimi. Attualmente, i circa trenta partecipanti, sono in attesa di notizie riguardo il rientro in Italia, ma pare che l’attesa potrebbe protrarsi ancora. 

La notte scorsa hanno trovato alloggio in diversi alberghi della città ma quasi sicuramente il problema sussisterà almeno per un’altra notte. Inutile sottolineare il grande disagio che questo ritardo stia creando, soprattutto per la situazione di incertezza che tutti stanno vivendo.

(292)