Home Cronaca Prevenzione e contrasto dello spaccio di droga nelle scuole, le nuove iniziative illustrate alle istituzioni dalla Prefettura pentra.

Prevenzione e contrasto dello spaccio di droga nelle scuole, le nuove iniziative illustrate alle istituzioni dalla Prefettura pentra.

Prevenzione e contrasto dello spaccio di droga nelle scuole, le nuove iniziative illustrate alle istituzioni dalla Prefettura pentra.
29
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA PREFETTURA DI ISERNIA.

ISERNIA. Il nuovo pacchetto di iniziative per combattere la droga nelle scuole, adottato con recenti circolari del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia, è stato approfondito e reso operativo stamani in Prefettura nel corso del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica a cui ha partecipato anche la Direttrice scolastica regionale, dr.ssa Anna Paola Sabatini.

Al tavolo del Prefetto Fernando Guida sedevano i vertici provinciali delle forze dell’ordine ed i rappresentanti dei Comuni sede di Istituti Scolastici superiori di II grado.

Per il Comune di Isernia era presente l’Assessore con delega all’Istruzione, De Toma, accompagnato dal Comandante della Polizia Municipale, mentre per il Comune di Venafro ha partecipato il Sindaco Ricci. Assente, seppur invitata, l’Amministrazione comunale di Agnone.

La prevenzione ed il contrasto dello spaccio di stupefacenti in prossimità delle scuole, reato che desta particolare ed elevato allarme sociale, sono stati oggetto di trattazione al fine di individuare una strategia integrata di contrasto mediante il coinvolgimento dei Direttori scolastici e dei docenti, delle Forze di Polizia e delle Amministrazioni comunali.

Diverse e molteplici le forme di intervento allo studio del Comitato odierno: videosorveglianza; riqualificazione delle aree urbane limitrofe agli istituti scolastici; l’inserimento delle predette aree tra i siti c.d. “sensibili” per l’applicazione del DASPO urbano.

Gli interventi citati, anche strutturali e di lungo periodo, saranno presi in considerazione dagli Enti locali nelle loro attività programmatiche e, ove adottati, potranno sicuramente contribuire alla prevenzione del fenomeno dello spaccio e della, conseguente, dipendenza da stupefacenti dei giovani che ne fanno uso.

Nella piena consapevolezza che l’uso di sostanze stupefacenti arrechi seri danni alla salute, generando anche altre pericolose forme di  forme di devianza, violenza e bullismo, saranno adottate dall’Ufficio scolastico regionale, come annunciato dalla Dirigente Sabatini,  apposite circolari indirizzate ai docenti che mirano a un maggior coinvolgimento di insegnanti, studenti e famiglie, con l’obiettivo di creare un’alleanza sempre più forte tra le diverse componenti della scuola perché la collaborazione tra tutte le forze in campo è fondamentale. Ecco allora che il nuovo piano di lavoro punterà sempre più sull’educazione dei ragazzi e sulla formazione: l’idea è quella di individuare le principali linee guida comportamentali per fornire a docenti e famiglie le competenze giuste per affrontare il problema delle dipendenze del mondo giovanile, insegnando loro a riconoscere quei comportamenti che, ad un educatore esperto, appaiono sintomatici dello stato di disagio dei ragazzi.

Il Prefetto Guida, nell’apprezzare e condividere l’impegno delle Amministrazioni comunali intervenute e della Direzione Scolastica Regionale, ha sottolineato l’importanza di procedere nelle attività di prevenzione e contrasto tenendo ben presenti sia il tema educativo che quello della presenza dello Forze di Polizia sul territorio.

Queste ultime, nel proseguire le attività di istituto che, in passato, hanno già dato ottimi risultati, hanno predisposto appositi servizi con uomini in divisa e cani antidroga  fuori dai plessi scolastici.

(29)