Home Tradizioni Carpinone: tradizione e divertimento grazie all’Associazione Il Borgo

Carpinone: tradizione e divertimento grazie all’Associazione Il Borgo

Carpinone: tradizione e divertimento grazie all’Associazione Il Borgo
79
0

Un salto indietro nel tempo da un lato. Le forti sensazioni che solo una passione vissuta appieno
sa regalare. E ancora i colori, la maestria ed i sapori figli della terra molisana. Tutto in un solo
giorno.

Mentre prosegue con successo la mostra di materiale numismatico, filatelico e medaglistico, nonché
oggettistica e materiale propagandistico pronta a riporta la mente al Novecento e all’epoca dei due
conflitti bellici mondiali e si registrano curiosità ed interesse per il libro sulla storia di Carpinone e le
cartoline degli scorci più caratteristici del paese, l’associazione culturale ‘Il Borgo’ può essere
legittimamente soddisfatta di quello che è stato il riscontro della giornata centrale degli eventi
predisposti nell’ambito del cartellone di manifestazioni dell’agosto carpinonese.
Se già l’esposizione sui Caldora dell’architetto Franco Valente aveva proiettato i presenti nell’epopea
medievale e le considerazioni del direttore della biblioteca comunale di Isernia Gabriele Venditti
erano servite a dare ulteriore luce alla vicenda di rivoluzione e reazione all’epopea garibaldina del
1860, il corteo degli sbandieratori di Sessa Aurunca ha riportato tutti all’interno dell’epoca di  Giacomo ed Antonio Caldora e lo ha fatto con quelle che sono esperienze dirette dell’epoca medievale
con i cosiddetti ‘giochi di corte’ consumatisi nello spazio di piazza Mercato e quei costumi che, nel
corso della coreografica sfilata per le vie principali del paese, tanto interesse hanno suscitato nei
presenti, ritrovatisi più o meno consapevolmente ed essere le anime di un borgo ritornato all’epoca
degli angioini e degli aragonesi, tanto da rappresentare anche una sorta di rotta tracciata in prospettiva
per gli stessi organizzatori.

L’appuntamento pomeridiano, però, non ha fatto altro che sugellare una mattinata in cui in tanti – e
da tante regioni d’Italia, soprattutto dal centronord – tra gli appassionati di filatelia hanno raggiunto
il centro alle porte di Isernia per l’annullo speciale di Poste Italiane raffigurante una locomotiva in
azione sulla transiberiana d’Italia, corollario alla mostra che resterà aperta sino a venerdì prossimo.
Presenze numerose alla mostra e allo sportello hanno dato ulteriore convinzione agli organizzatori,
che hanno avuto modo di vedere come l’argomento abbia suscitato curiosità e tante domande anche
tra gli aderenti all’associazione ‘Le rotaie’ e gli altri visitatori scesi in paese con il treno del Folklore
che, da Sulmona, ha percorso tutta la transiberiana d’Italia. 

Non meno fortunato, peraltro, è stato l’appuntamento del mercatino che – in collaborazione con
l’associazione Jano Canese – ha portato tanti espositori sia in piazza Mercato (dov’erano presenti
stand di antiquariato) che lungo il viale della stazione (dove facevano bella mostra di sé oggettistica,
gastronomia e prodotti tipici) ad avere l’opportunità di un effettivo riscontro d’interesse da parte sia
dei carpinonesi, che dei tanti tra villeggianti, turisti e curiosi che hanno affollato il paese nell’ultimo fine settimana.

(79)