Home Cronaca Atti di violenza contro il figlio malato psichico. La Polizia di Isernia denuncia un 67enne di Isernia.

Atti di violenza contro il figlio malato psichico. La Polizia di Isernia denuncia un 67enne di Isernia.

Atti di violenza contro il figlio malato psichico. La Polizia di Isernia denuncia un 67enne di Isernia.
106
0

Il Questore Borzacchiello emette anche due fogli di via obbligatori.                                                

ISERNIA. Nei giorni scorsi, personale della Divisione Anticrimine, a seguito di attività amministrativa, ha consentito al Sig. Questore Dr. Borzacchiello, di comminare 2 F.V.O. (Foglio di Via Obbligatorio) con divieto di ritorno per il periodo di anni 3, rispettivamente  nei comuni di Agnone e di Rionero Sannitico, nei confronti di un uomo italiano di anni 32 con a carico pregiudizi di polizia per reati contro la persona e di una donna italiana di anni 50 con a carico pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio, contro la fede pubblica, contro la persona e contro l’amministrazione della giustizia.

I due soggetti venivano controllati, nei giorni scorsi, nei comuni indicati mentre si aggiravano con fare sospetto, senza apparente motivo che giustificasse la loro presenza. Il personale della Polizia di Stato si attivava per porre in essere l’istruttoria finalizzata all’emissione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio.

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, personale della Squadra Volante veniva inviato dalla sala operativa presso un esercizio commerciale sito in via Garibaldi, in quanto vi era stata una segnalazione di furto. Immediatamente sul posto, gli operatori dell’UPGSP individuavano 2 donne rispettivamente di 17 e 18 anni che avevano occultato nei rispettivi zainetti della merce che veniva, quindi, restituita.

Le due donne, accompagnate presso gli uffici della Questura, dopo le formalità di rito venivano deferite in stato di libertà per il reato di furto. Nell’ambito dell’attività posta in essere dalla Polizia di Stato tesa alla tutela delle fasce deboli si innesta il deferimento all’Autorità Giudiziaria di un cittadino isernino di anni 67 per il reato di maltrattamenti in famiglia da parte del personale specializzato della Squadra Mobile.

Il predetto, ormai da tempo, poneva in essere numerosi atti di violenza nei confronti del figlio di anni 18 affetto da gravi disturbi psichici.

La triste storia emergeva grazie ad un intervento del personale della Polizia di Stato che, nel mese di ottobre, notava transitare per le vie della città, al centro della carreggiata, un ragazzo in evidente stato confusionale. Si prendevano quindi contatti con i familiari e la preparazione del personale specializzato della Squadra Mobile consentiva di approfondire e ricostruire la situazione di degrado familiare vissuta dal ragazzo. Attraverso le dichiarazione di numerosi testimoni, in particolar modo i docenti dell’istituto scolastico frequentato dal giovane e la sua documentazione sanitaria, si accertavano le violenze subite.

(106)

error: