Cronaca

Napoli, esplode bombolone del gas nella zona Camaldoli. Ferito gravemente un operaio residente a Colli a Volturno.

Pubblicato: 16-01-2017 - 299
Napoli, esplode bombolone del gas nella zona Camaldoli. Ferito gravemente un operaio residente a Colli a Volturno. Cronaca

Napoli, esplode bombolone del gas nella zona Camaldoli. Ferito gravemente un operaio residente a Colli a Volturno.

Pubblicato: 16-01-2017 - 299


Era impegnato nella manutenzione nel quartiere napoletano. Muore altro giovane suo collega.

L’uomo, 51 anni, in servizio per una ditta della provincia di Isernia, non sarebbe tuttavia in pericolo di vita. L’incidente è avvenuto stamani nel parcheggio di una piscina di una scuola di nuoto privata. Il bilancio è di un morto e tre feriti gravi, uno con ustioni sul 90 per cento del corpo. Scene di panico: un uomo in fiamme si è gettato in acqua per tentare di salvarsi

NAPOLIUn boato terrificante, seguito da fiamme altissime. Un uomo che ardeva come una torcia umana, disperato, che si getta in una piscina per tentare di salvarsi. Scene da film dell’orrore quelle accadute a Napoli, stamani, intorno alle 10.30. Un bombolone del gas è esploso nel parcheggio della piscina ‘Ariete’ in via Guantai a Orsolone, zona Camaldoli.

Il bilancio, per ora, è di un morto e cinque feriti, di cui due gravissimi. La ditta incaricata a svolgere i lavori di manutenzione ha sede a Rocchetta a Volturno. Tra i feriti, anche un operaio di Colli a Volturno, 51 enne e conosciuto da tutti in zona. Le sue condizioni sono gravi (avrebbe riportato ustioni sul 50% del corpo) ma tutt’ora pare non versi in pericolo di vita. A perdere la vita, invece un 47enne, il custode della piscina che, secondo una prima ricostruzione delle forze dell'ordine, si trovava all'interno della sua auto ed è morto carbonizzato. Ancora da accertare le cause della deflagrazione. L'esplosione ha devastato completamente un locale attiguo ai serbatoi e danneggiato almeno quattro vetture che erano parcheggiate a poca distanza. Sul posto le forze ordine, i vigili del fuoco e le ambulanze del 118.

Da alcune testimonianze sembra che ci sia dapprima stata una fuoriuscita di gas. Poi a breve distanza c'è stato un primo boato, udito seguito da un secondo. Di certo la fuoriuscita di gas ha alimentato una fiammata. Sempre secondo alcuni testimoni, uno dei feriti ha cercato scampo alle fiammate lanciandosi nella piscina. L’uomo è stato soccorso dalle altre persone che lo hanno aiutato ad uscire dall’acqua e gli hanno prestato i soccorsi inziali, prima di affidarlo alle cure dei medici del 118.




Articoli Correlati


cookie