Home Sociale Isernia: formazione ed informazione presso il centro diurno per utenti psichiatrici cittadino. Continua il progetto denominato “I Colori della Vita”.

Isernia: formazione ed informazione presso il centro diurno per utenti psichiatrici cittadino. Continua il progetto denominato “I Colori della Vita”.

Isernia: formazione ed informazione presso il centro diurno per utenti psichiatrici cittadino. Continua il progetto denominato “I Colori della Vita”.
59
0

ISERNIA. Continuano gli incontri formativi coordinati dal responsabile del DSM di Isernia il Dott. Sergio Tartaglione, presso il Centro Diurno per utenti psichiatrici “I Colori della Vita”, gestito dal CUS di Domenico Mucci.

Da tali incontri attingono informazioni e nozioni non solo operatori e addetti ai lavori, ma anche i familiari e gli utenti stessi. Fino ad ora sono stati trattati argomenti diversi che vanno dai ruoli e le funzioni delle figure inserite nel contesto della riabilitazione psichiatrica alle principali dipendenze chimiche e non; dall’importanza della terapia farmacologica alla consapevolezza del disturbo.

Questi argomenti, e molti altri, riempiono il Centro Diurno di Isernia  ogni giovedì da ormai un anno per un percorso di continua formazione da cui, a parere del DSM e del CUS, non si può prescindere.

E’ importante sottolineare che una larga parte di queste relazioni siano state opera di  professionisti esterni che hanno fornito esperienze espresse in altri contesti favorendo così un proficuo scambio da cui partire per migliorare, o consolidare, le metodologie in uso. Questi incontri, prevalentemente incentrati sul contesto psichiatrico, vengono talvolta integrati da iniziative culturali e questo è quello che succederà il prossimo giovedì 7 dicembre quando salirà in cattedra il noto architetto venafrano Franco Valente con una relazione dal titolo “L’arte in Molise”.

Stimolare gli interessi, in questo caso tramite la cultura e la conoscenza del territorio, sono elementi contemplati nell’ambito della riabilitazione psichiatrica e, come già sottolineato, questa iniziativa vuole toccare tutti i livelli di questa complessa pratica. L’appuntamento di giovedì 14 dicembre, invece, darà spazio al delicato tema del burnout, disturbo facilmente riscontrabile negli operatori di questo settore.

A relazionare sull’argomento sarà il Dott. Ferdinando Pellegrino, dirigente medico del DSM ASL di Salerno e docente universitario che, accogliendo l’invito del Dott. Tartaglione, potrà dare un contributo di altissimo livello ad un progetto sul quale sono ormai riposte grandi aspettative.

 

(59)