Home Sport Rally del Molise, grande spettacolo nel segno di Giuseppe Testa.

Rally del Molise, grande spettacolo nel segno di Giuseppe Testa.

Rally del Molise, grande spettacolo nel segno di Giuseppe Testa.
13
0

Migliaia le persone che hanno assistito alla prove speciali e alla premiazione. 

CAMPOBASSO. La tanto attesa edizione numero 22 del Rally del Molise, quella del ritorno sulla scena rallistica nazionale dopo ben nove anni, è andata in scena lo scorso weekend nel territorio di Campobasso. Un’edizione che ha portato con sé la coinvolgente passione di un tempo e le moderne vetture da rally.

Attesa quanto la partecipazione dell’idolo di casa Giuseppe Testa, al debutto su una Ford Fiesta R5 dopo aver conquistato la categoria Under 25 nel Campionato Italiano WRC 2017. Il giovane pilota di Cercemaggiore, navigato dal sammarinese Massimo Bizzocchi, ha dato dimostrazione di tutto il suo talento, imprimendo un ritmo inavvicinabile da parte degli avversari e sfruttando con esperienza la superiorità tecnica della Ford Fiesta R5 gestita dal team HK Racing.

In verità ad impensierire il vincitore ci ha pensato un problema tecnico sulla vettura manifestatosi sulla PS7 e sugli ultimi chilometri della PS9, un allarme rientrato quando l’equipaggio Ford Racing ha timbrato al CO di arrivo in Corso Vittorio Emanuele. Primo successo in carriera per Giuseppe Testa, che nonostante importanti riconoscimenti nazionali non aveva mai festeggiato un primo posto assoluto.

L’insidioso e selettivo percorso della gara molisana non ha risparmiato dispiaceri a molti dei piloti presenti. Sono stati ben 19 i ritiri, che hanno fino all’ultimo cambiato le sorti del podio finale. Un podio inedito, che oltre a regalarci il primo sigillo di Testa, vede festeggiare Pierpaolo Siano e Ilenia Piccinino, alla prima gara su una Peugeot 208 R2. Il pilota irpino, subito a suo agio sulla piccola di casa Peugeot è stato costante e veloce, gestendo bene le qualità della vettura francese. Terzo gradino del podio ad appannaggio dell’orafo locale Pasquale Norelli, navigato dal campano Fiore Iscaro, e alla prese con la “rabbiosa” Clio Super 1600 per la prima volta. Norelli ha prima “sondato il terreno” e poi aumentato man mano il ritmo, concludendo con onore sul podio finale.

Nota di merito ai vincitori di ogni classe, i fratelli Stilla, giunti dalla Puglia, conquistano la Classe N3 e il quarto posto assoluto. Quinti assoluti Bondanese – Di Spirito con l’intramontabile Renault Clio Williams. Giancola – Petrone su Peugeot 106 vincono nella classe A5. Pietro Simone ed Emiliano Ceccarelli conquistano l’affollata classe N2. L’esperto navigatore Liberato Mongillo si cimenta al volante navigato dalla moglie e conquista subito la vittoria nella classe R1.

La Campobasso Corse si aggiudica il primo gradino del podio per la Classifica Scuderie, seguito dalla LM Motorsport e dalla HP Sport.

Soddisfazione grande all’Automobile Club Campobasso per i numeri raggiunti e per l’entusiasmo che il 22° Rally del Molise ha generato sul territorio molisano, con il sostegno dei tanti che hanno contributo alla  realizzazione della Manifestazione a partire dalla Regione Molise, le province di Campobasso e Isernia, tutti i Comuni attraversati dal Rally con in primis il Comune di Campobasso, la Pasquarelli Auto Concessionaria ufficiale Volkswagen e i numerosi altri sponsor che hanno voluto affiancare l’ACI in questa grande avventura.

(13)